Tutto un altro PILATES !

Tutto un altro PILATES !

Spesso mi sento dire “ma che Pilates è questo?! 

Ecco… diciamo che non avevate ancora provato il vero Pilates.

Ma partiamo dall’inizio…

Il metodo Pilates, tanto di moda negli ultimi anni, prende il nome dal suo ideatore, Joseph Hubertus Pilates (che simpaticamente chiamo “il mio amico Hubi“), che morì tragicamente senza aver codificato il suo lavoro. Poco tempo dopo la sua scomparsa, i suoi assistenti si sparpagliarono per il mondo diffondendo gli insegnamenti del loro maestro. E ci misero anche del loro.

Anno dopo anno, il mondo scoprì i benefici di questa pratica … soprattutto lo scoprì il mondo del fitness che, intuendone il potenziale, iniziò a proporre corsi su corsi facendo passare per Pilates quello che fino a poco prima erano corsi di tonificazione. Facendo bene  attenzione infatti,  è facile notare che gli esercizi PILATES differiscono da quelli ISPIRATI AL PILATES.

Sebbene molti pensino sia la stessa cosa, chi lo ha sperimentato può garantire che non è così. E persino gli effetti son ben diversi, perchè diverso è  l’approccio.

La cosa che bisogna ben tenere a mente è che il vero Pilates è un percorso individuale di ricerca di equilibrio, recupero funzionale e miglioramento posturale, per tale ragione non può minimamente essere paragonato al classico fitness, dove il corpo viene allenato per raggiungere ben altri obiettivi.


Infatti, il mio amico Hubi aveva ideato e migliorato nel corso degli anni esercizi (e strumenti per realizzarli) partendo dalle sue problematiche di salute e successivamente cercando di aiutare i suoi commilitoni vittime della guerra. Tramite attenta osservazione e ragionamento, ideò macchinari per consentire anche agli allettati un pronto e rapido recupero. Figuratevi cosa riuscì a ottenere da chi verteva in condizioni migliori…

Ancora oggi gli strumenti di medie e grandi dimensioni vengono realizzati seguendo le indicazioni da lui fornite.

Trasferitosi in America, ebbe poi la fortuna di aprire un piccolo studio sotto un’importante scuola di ballo: gli artisti infortunati si rivolgevano a lui per migliorare le escursioni articolari e tornare a calcare il palco in tempi rapidi e in forma ottimale. Questa fu davvero la sua fortuna, perchè in breve tempo si ritrovò ad occuparsi di tantissime persone e il lavoro crebbe talmente velocemente che dovette trovarsi degli assistenti (principalmente erano le prime persone di cui si era occupato e che continuavano a seguire le sue indicazioni per mantenersi in forma e migliorare costantemente i propri risultati).


Attenzione! va sottolineato che, nonostante le conoscenze e capacità acquisite, Hubi non era un fisioterapista o un medico. Il fatto che non abbia messo paletti alla sua metodica, ha permesso quindi anche agli operatori sanitari di rivisitare i suoi esercizi e renderli ottimali in ambito riabilitativo, così come han fatto nel mondo fitness. In ambito sanitario tuttavia, si è rimasti maggiormente fedeli alle indicazioni lasciate dall’ideatore.

Esistono fondamentalmente 3 grandi categorie di esercizi:

  • A TAPPETO, CON PICCOLI ATTREZZI
  • CON ATTREZZI DI MEDIE DIMENSIONI
  • CON ATTREZZI DI GRANDI DIMENSIONI

Ognuna di queste macro categorie propone esercizi di livello base, intermedio e avanzato.

Ognuna di queste macro categorie prevede un percorso individuale (anche in caso si svolga l’attività in gruppo) che porta il partecipante a migliorare vari aspetti della propria salute. Quindi bisogna far attenzione a non esagerare per evitare di farsi del male: anche gli esercizi apparentemente più semplici e banali se eseguiti senza attenzione o eccessivamente, possono arrecare danno al nostro corpo per maluso o sovrauso.

Tra i tanti, i benefici principali che mi sento di citare sono:

  • miglioramento della postura
  • miglioramento della capacità respiratoria
  • miglioramento della coscienza corporea e propriocettiva
  • miglioramento del tono muscolare

Tra le due principali e valide proposte in circolazione, anni fa ho scelto di seguire gli insegnamenti di Silvia Raneri. Ciò che viene dunque proposto presso lo studio Fisio Terapia Manuale sono corsi di PILATES FISIOS®, un’evoluzione del Pilates classico che punta l’accento sull’aspetto riabilitativo e rieducativo.

Personalmente ho scelto di portare avanti gli esercizi proposti a tappeto e con piccoli attrezzi, perchè:

  • permette di fare un percorso a tariffe contenute
  • è facilmente riproducibile a casa propria
  • limita gli ingombri

Sebbene sia possibile intraprendere un percorso individuale, la formula preferita da tutti è quella del lavoro a gruppi.

Non pensate sia come in palestra! Qui i corsi sono al massimo da 4 o 5 persone. E’ uno degli aspetti più apprezzati, perchè consente a tutti di lavorare in un clima sereno, accogliente e famigliare e allo stesso tempo consente al fisioterapista di seguire al meglio ogni singolo partecipante.

Come dicevo prima, Pilates Fisios ® è un percorso individuale, perciò anche se si è in gruppo ognuno lavora sulle proprie difficoltà e non è detto che esegua il medesimo esercizio dei suoi compagni. L’attenzione verso l’individualità, il proprio potenziale e i propri limiti è sempre presente. In pratica si lavora insieme per spostare un pochino più in là l’asticella e permettere a tutti di migliorare le proprie condizioni di partenza, nel pieno rispetto del proprio corpo e della propria persona.

Chiunque può prendere parte a un corso di Pilates Fisios®, basta voler iniziare. In fondo, non è mai tardi per iniziare a muoversi bene e con semplicità, imparando ad ascoltare il proprio corpo e ad auto-correggersi per allontanare i dolori.


A settembre ripartono i corsi: ci sarà modo di sperimentare questa disciplina e scegliere la formula preferita.

Troverete informazioni maggiori al riguardo nelle prossime settimane visitando la pagina facebook dello studio FTM o scrivendo una mail  a  studio.fisioterapiamanuale@gmail.com

In attesa di nuove condivisioni,

BUONA ESTATE A TUTTI ! 

 

 

 

social position advance

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *